L’Asd Presila Pesca ha deciso di non iscrivere nessuna squadra al campionato regionale trota lago per squadre 2017 in Calabria, per protesta alla dirigenza Fipsas Calabria e Catanzaro.

Non iscrivere tre squadre già pronte al campionato regionale trota lago è stata una decisione molto sofferta, soprattutto per la voglia di pescare; la discussione all’interno della società è stata anche animata a volte, ma la maggior parte dei garisti ha constatato che non è più possibile essere presi in giro dalla Fipsas calabrese in questo modo. Serve quindi lanciare un messaggio forte, anche perché alla manifestata insofferenza della società non è seguita nessuna azione dalla dirigenza Fipsas.

Un po’ di cronistoria per capire

Premettendo che il 2017 è stato un anno di cambiamento, il settore delle acque interne viene accorpato con il mare diventando acque di superficie. Nuove votazioni, per la provincia di Catanzaro il nuovo responsabile delle acque di superficie è Elia Grasso (detto Lello), a livello regionale invece il ruolo è ricoperto da Alfredo Ferraro. A tutte le votazioni le uniche società presenti tra le vecchie acque interne, sono Asd Martin Pescatore e Asd Presila Pesca. Ma vediamo gli eventi che ci hanno portato a prendere la decisione quest’anno, senza elencare gli innumerevoli problemi degli anni passati:

  1. Prima riunione provinciale con le società:
    l’Asd Presila Pesca non viene invitata. Seguono scusanti per un problema nelle email.
  2. Il nostro presidente e il nostro segretario creano così un gruppo Whatsapp per facilitare le comunicazioni tra i presidenti e segretari di società (vecchie acque interne) della provincia di Catanzaro e la dirigenza Fipsas Catanzaro che vede anche Antonio Bianco come supporto al responsabile Lello Grasso.
  3. Alla gara a coppie del 26 Febbraio, veniamo avvisati informalmente che il 5 Marzo ci sarebbe stata una riunione alla sede regionale, e che “probabilmente” si sarebbe discusso anche del regionale trota lago.
  4. Il 28 Febbraio, sul gruppo, il nostro Presidente chiede se ci sono novità sulla riunione di giorno 5 per il regionale, ma ci informano solo che ci sarà una riunione dei Giudici di Gara. Non avendo giudici di gara in società, la riunione non ci interessa.
  5. Il 29 Febbraio esce il calendario del regionale con laghi e assegnazioni. Alla richiesta di come sia stata presa la decisione e quando, ci viene detto che le gare del regionale sono state assegnate dal comitato regionale durante il corso dei gdg, cercando di accontentare tutti; noi abbiamo ribadito che le società (almeno la nostra), non era stata avvertita dell’incontro sul regionale in via ufficiale, ma solo sulla riunione per i giudici di gara; abbiamo chiesto inoltre i criteri di scelta di laghi e società organizzatrici senza avere risposta. Ribadiamo poi che questa è stata la seconda mancata convocazione, e ci è stato risposto da Lello Grasso che sarebbe stata convocata una riunione con tutte le società che però poi non è avvenuta.
  6. Ci siamo così riuniti d’urgenza con i nostri atleti e abbiamo preso tutti insieme la decisione di non iscrivere le tre squadre al campionato regionale.
  7. Giorno 29 Marzo scadeva l’iscrizione delle squadre al regionale e tutti hanno saputo della nostra decisione, che di fatto ha comportato per ora il rinvio del campionato dato che erano state presentate solo altre 4 squadre dalle altre società.
  8. Subito dopo veniamo contattati da Lello Grasso che ci chiede un incontro con tutti gli atleti della nostra associazione; si è tenuto presso la nostra associazione, l’esito dell’incontro non ha cambiato il nostro rifiuto a partecipare alla manifestazione, ma riteniamo sia servito un po’ a entrambi per conoscere le posizioni.
  9. Giorno 8 aprile si è tenuta una riunione tra il responsabile acque di superficie regionale Alfredo Ferraro, il responsabile acque di superficie della provincia di Catanzaro Lello Grasso e le società di pesca, assente Antonio Bianco e alcune società di cui una organizzatrice; sono state esposte le nostre motivazioni, purtroppo qualcuno prende la nostra posizione come un ricatto, per fortuna in minoranza, ma in sostanza le condizioni di svolgimento del regionale trota lago non sono cambiate.

Perché lo facciamo

L’Asd Presila Pesca senza dubbio è la società che ha fatto di più per la trota lago in Calabria, numerose gare organizzate durante l’anno anche fuori dai campionati, un corso per giovani pescatori, è la più numerosa in termini di iscritti, il 2016 sono stati 46 i tesserati. Non pretendiamo in base a questo che ci sia assegnata una gara, non sappiamo neanche se avremmo potuto organizzarla dato che altre 4 persone partecipano al campionato A/5 per squadre che si sarebbe svolto negli stessi giorni del regionale, ma l’impegno deve essere premiato, e se proprio non si vuole riconoscere l’impegno allora pretendiamo di essere aggiornati sulle discussioni come vengono aggiornate le altre società; quelle società che non presentano squadre ma gli viene comunque assegnata una gara, o quelle società che non fanno nulla per tutto l’anno se non vedersi assegnata una gara del regionale. Siamo rammaricati se il regionale non dovesse svolgersi per questa decisione, il nostro intento non è penalizzare gli agonisti delle altre società, ma per noi non ci sono le condizioni minime per partecipare, avremmo preso la stessa posizione anche se il nostro numero non fosse stato determinante per lo svolgimento del campionato. Ma ora qualcuno dovrebbe chiedersi come mai in tutta la regione si è arrivati ad avere, escluse le nostre 3 non iscritte, sole 4 squadre di 4 società: magari gli agonisti sono stufi?!

Dopo tutto questo ancora nessuno ci ha spiegato con quali criteri siano stati scelti campi gara e società organizzatrici. Sicuramente nessuno ha presentato domanda online, come sarebbe previsto, ma se deve avvenire di concerto tra il comitato regionale e “tutte” le società a noi può stare bene, ciò che chiediamo è trasparenza che al momento non c’è.

Ultimo aggiornamento sulla trasparenza Fipsas di Catanzaro:

Oggi 23/04 si è tenuta la seconda gara del provinciale di trota torrente, gara prevista sul fiume Amato e società organizzatrice Asd Martin Pescatore. E’ normale che il campo gara sia stato spostato e che la società organizzatrice sia cambiata, ovvero fiume Corace organizzata da Amici Valle di Porto, il tutto senza avvisare l’Asd Presila Pesca e senza cambiare neanche il regolamento particolare? E’ sotto gli occhi di tutti che qualcosa non va.

Blog, Regionale , , , ,